«

»

ott 01

Stampa Articolo

Fishermans Strongman Run – 2012 09 29 – report Marcello Parmigiani e Federica Friz

OLYMPUS DIGITAL CAMERALa corsa piu pazza della storia e l’appellativo che gli era stato dato hanno mantenuto le aspettative. Più di 2600 pazzi partecipanti alla ‘Strongmanrun’ 2012 di Rovereto, prima volta in Italia per questa gara. Percorso suggestivo su 19 chilometri con 24 ostacoli impervi.

Report di Marcello Parmigiani e pensierini diFederica Friz

Report di Marcello Parmigiani

La corsa piu pazza della storia e l’appellativo che gli era stato dato ha mantenuto le aspettative. Più di 2600 pazzi partecipanti alla ‘Strongmanrun’ 2012 di Rovereto, prima volta in Italia per questa gara. Percorso suggestivo, su 19 chilometri con 24 ostacoli impervi. Tra le curiosità del percorso (9 km ripetuti per due volte) attraversare una vasca di 25 metri a nuoto, passare da un lato all’altro del torrente arrampicandosi su per l’argine).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Già l’attesa al cancello di partenza è stata emozionante: cori di voci imitavano gli scimmioni “uhu uhu uhu”, incitando lo scadere dei secondi prima della partenza, musica a palla, poi uno sparo e via. Più che una partenza sprint è stata una processione… per i primi 100 metri la folla camminava , non c’era spazio per correre, poi molto lentamente siamo partiti e abbiamo cominciato a correre. Dopo il primo chilometro siamo di nuovo fermi. Dobbiamo superare il primo ostacolo: un muro insormontabile se non aiutati.

L’unico modo per superarlo è di farsi spingere o sollevare dai concorrenti che erano dietro e farsi tirare su da quelli davanti. Poi la corsa riparte e al secondo km si passa in una montagna di pneumatici d’auto e di camion ammassati in modo casuale, dove camminare è quasi impossibile. C’è chi procede lentamente a due piedi e chi a quattro zampe. Poi la strada si restringe e il pubblico caloroso incita a correre. Ma quale corsa… si riparte per una  salita ripidissima verso il terzo ostacolo: una piscina di schiuma che ti si appiccica ovunque! Il percorso continua poi con un’altra salita questa volta lungo un sentiero con una spanna di fango che porta al quarto ostacolo: una rete di corda su cui arrampicarsi per superare un muro di 4m.  C’è poi un breve tratto in piano seguita da una discesa lungo un sentiero assai scivoloso. Dopo un altro km altro ostacolo: l’attraversamento di un torrente con tanto di tuffo in acqua gelida, poi su lungo delle scalette di metallo per uscire dal greto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In seguito si corre tra le vie della città, passando sotto a un tunnel di tela alto 1m. Estremamente divertente erano i 2 ostacoli formati da balle di paglia alte 4m e diventate scivolose per via della pioggia. Anche in questo caso serviva l’aiuto di tutti. Era la parte più emozionante perchè nel centro della città con centinaia di persone che facevano il tifo per te. Via di corsa e ancora il muro di legno forse il più facile e veloce da superare senza particolari problemi, altro km di corsa, poi la calata lungo la riva del fiume bella scivolosa che serviva per passare sotto a un ponte. Altra corsa e poi un bel tuffo nella piscina comunale all’ aperto dove l’acqua era di un bel verde fango: prima piscina lunga 10m con acqua alla vita, poi tuffo nella seconda piscina con acqua alta fino al collo prima e poi dove non si toccava, bisognava nuotare! Belli freschi e inzuppati si ripartiva per il secondo giro, e poiché la fila della gente si era sgranata si poteva correre piu liberamente.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Che dire una di quelle gare che almeno una volta nella vita val la pena di fare soprattutto per il divertimento che si crea tra i partecipanti: mentre corri puoi parlare con wonder woman, i teletubbys, i dalmata della carica dei 101, Lara Croft con tanto di pistole (di cui non ho visto la faccia ma l’ho spinta su per il muro),  man in black con tanto di cravatta e scarpe ginniche e vestito stirato a nuovo!

 

A presto il video della gara!

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Pensierini di Federica Friz

 

- un sacco di gente che come me si diverte e fare queste “belle” cose
- forte un sacco di gente in maschera
- o porcacciolina, e questo ostacolo (il primo) come caspita si supera?… strano che non mi si sia slogato il braccio dalla potenza con cui son stata tirata su da quell’energumeno… beh cosi almeno non ho ricevuto 10 spinte sul fondoschiena da sconosciuti
- fortuna che non mi sono vestita come i ragazzi con il tutù e le alucce da Winx…oppure come i centurioni romani con lo spazzolone in testa… tutto peso extra da portare in salita
- perchè nelle ultime gare che sto facendo c’è un sacco di salita?
- io faccio solo un giro!
- fika la piscinona con la schiuma… è sempre stato il mio sogno correre in un mare di schiuma. Ma che detersivo avranno usato che ce l’ho addosso da 20 minuti e non è ancora andato via?
- fortuna che ste scarpe tengono sul fango e sui ciotoli bagnate
- un hovercraft spaziale guidato da uno che sembra essere tornato dalla luna… ma dove caspita pensa di essere visto chè è in una pozza di 10m x 8m???
- che emozione partecipare a una gara con tanti partecipanti e tanti spettatori: scariche di energia quando ti allungano la mano per darti un cinque o quando ti urlano dietro per spronarti
- ancora che emozione superare gli ostacoli delle balle di paglia in pieno centro cittadino con tutte le persone che urlano e con tanto di sky che ti fa pure l’intervista
- fika la tecnica mia e di marcello nel superare gli ostacoli: lui mi spinge in alto io lo tiro dall’alto
- la piscina? anzi no le piscine? ma fa freddo… avevo sentito parlare di percorso alternativo…non c’è! Beh, almeno l’acqua arriva solo alla vita. Ah, c’è un’altra piscina… miii, l’acqua arriva sotto le ascelle… sticavoli… non tocco più, mi tocca nuotare!
-  dai, dai, bello, ora si parte per il secondo giro che son bella carica… viaaaa :-) … sarò mica fatta per le ultramaratone visto che il secondo giro mi sembravo una farfalla?
- 3h di gara! troppo divertente, dobbiamo tornare in gruppo e in maschera!!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Grazie agli sponsor: Rewoolution, La Sportiva, Bee/Dryarn, GZ

Permalink link a questo articolo: http://www.m6-sport.com/wp/2012/10/fishermans-strongman-run-2012-09-29-report-parmigianifriz/

2 comments

  1. Giovanni

    Ciao a tutti. Ho letto con entusiasmo, spinto da una fortissima curiosità, il report dell’evento, ed ho anche visto alcune foto. Penso che partecipare ad un “evento” del genere sia una figata pazzesca! Ci saranno altri eventi del genere? Se si..quando?
    Grazie. CIao!

  2. admin

    ciao giovanni, normalmente la maggior parte degli eventi c’è da aprile a ottobre, perchè visto che i raid avventura sono sempre all’aperto immersi nella natura, allora è il periodo migliore.

    In inverno c’è una specie di caccia al tesoro con gli sci/snowboard: il rewoolution winter raid. leggi gli articoli, guarda video e foto presenti su questo sito.

    il modo migliore per restare aggiornati è di visitare questo sito di tanto in tanto perchè cerca di raccogliere e notificare tutte le gare di questo genere.

    ciao

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>